• BIO
  • Enotop Heart
Novità Simbionte Toscana Bianco IGT 2022 Visualizza ingrandito

Simbionte Toscana Bianco IGT 2022

Nuovo prodotto

L'albero Simbionte si trova sui vigneti di Meletino, un'unione di vite, la sinergia tra un ciliegio e l'edera. Così come le uve di questo vino, provenienti dallo stesso vigneto caratterizzato da suoli argillo-arenacei molto antichi dal clima fresco e ventilato. Gli eleganti sentori varietali del vino sono arricchiti dall'affinamento in botti di acacia.

Maggiori dettagli

22,00 € IVA inclusa

  • 75 cl

Scheda tecnica

SKUBOLMELSIM
ProduttoreCastello di Meleto
NazioneItalia
RegioneToscana
DenominazioneToscana IGT
Zona di produzioneSiena, comune di Gaiole in Chianti
Gradazione alcolica13%
BIO
Temperatura di servizio8/10 ° C
Affinamento15 mesi barrique d'acacia
Annata2022
Consigliato daFabio Ravasio, Wine Selector di enotop
Vitigni Trebbiano, Malvasia Bianca

Dettagli

Note varietali arricchite da agrumi, fiori bianchi e delicate note di nocciola e pinoli con fini note tostate, di acacia ed anice. Assaggio elegante e fresco con finale sapido e persistente.

ABBINAMENTO: ottimo da aperitivo, perfetto nell'abbinamento con piatti a base di pesce e verdure.

Produttore: Castello di Meleto

Castello di Meleto si trova nel cuore del Chianti Classico. Ad attraversare le sue terre è il torrente Massellone, un tempo chiamato Clante, dal cui nome pare derivi quello della denominazione. I terreni aziendali raggiungono i 600 m slm, con altimetria media tra i 350 e i 450 metri, caratteristica che determina forti escursioni termiche tra giorno e notte, ideali per lo sviluppo degli aromi ed il mantenimento della freschezza.

Protagonista assoluto è il vitigno Sangiovese, simbolo del Chianti Classico che, nelle singole sottozone, dà espressioni diverse. Accanto a esso, trovano spazio anche altri autoctoni come la Malvasia Nera, il Canaiolo e il Vermentino insieme a varietà internazionali come il Merlot. A Meleto grazie all’estensione della proprietà e alla lunga storia della viticoltura, sono stati selezionati i terreni più vocati, divisi in cinque macrozone, diversi per clima, pendenze, esposizione, composizione dei suoli ed altimetria: MeletoSan Piero, PoggiarsoMoci e Casi.

Castello di Meleto vinifica esclusivamente le uve di proprietàvendemmiate per il 70% manualmente. Una scelta, quest’ultima, dettata da due fattori: le pendenze dei terreni che raggiungono talvolta valori estremi e la volontà di selezionare il meglio della produzione.


Potendo contare su un’estensione di ben 160 ettari vitati, infatti, solo le uve migliori vengono selezionate per dare origine ai vini firmati Castello di Meleto. I grappoli destinati ai vini bandiera sono sottoposti a una doppia selezione: la prima in vigneto al momento della raccolta, la seconda sul tavolo di cernita, dove ogni grappolo viene controllato manualmente da operatori esperti. Una scelta che segue la volontà di rispettare il lavoro fatto in vigna e intervenire minimamente in cantina.

Le uve perfettamente sane permettono di ridurre l’uso di anidride solforosa così come di utilizzare, per le produzioni del Vigna Casi e del Camboi, le fermentazioni spontanee, innescate, cioè, dai lieviti autoctoni presenti sulle uve. Si ottengono così vini di maggiore tipicità, davvero unici.
meletotitolarecantina

Ti consigliamo anche:

Costi e modalità di spedizione

Azienda Ho.Re.Ca.
15,00 € (IVA esclusa). Gratuita per ordini superiori a 199,00 € (IVA esclusa).

Privati e Altro
9,90 € (IVA inclusa). Gratuita per ordini superiori a 99,00 € (IVA inclusa).

Spedizione in 2-3 giorni lavorativi (salvo verifica disponibilità del prodotto) *

Metodi di pagamento

PaypalSatispayCarta di credito (tramite PayPal) Bonifico Contrassegno